12 settembre 2016

SCUSATE IL RITARDO




Potrei dire che non ce la facevo più, che il blog si stava divorando tanto, troppo della mia vita privata. Potrei dire che stavo metabolizzando una rottura amorosa e la testa era altrove. Potrei dire che un annetto fa ho avuto problemi di salute, per fortuna risolti. Potrei anche dire che mi sono messo alla ricerca della casa giusta e alla fine l'ho trovata e comprata. Ma in fondo basterebbe dire che avevo bisogno di tempo per me, per rimettere a posto le tessere del puzzle.
Per mesi e mesi ci ho dato un taglio netto. Non sono più tornato qui sul blog, non ce la facevo, mi sentivo colpevole verso me stesso, chi ci collaborava e il nostro lavoro fatto negli anni, e verso chi aveva iniziato a seguirmi e stimarmi. E' davvero difficile ricominciare, ma di articoli pronti nel cassetto ne erano rimasti e allora è da li che riparto. Lo faccio nell'anniversario della morte di Johnny Cash, in modo forse casuale ma certo simbolico. Un piccolo blog che torna a scorrere con un grande cantante che continua a esserci.

4 commenti:

Roberto Paglia ha detto...

Tu non ci crederai, ma uno di questi giorni ti avrei scritto in privato per chiederti cosa ne volessi fare di questo bellissimo blog. Bentornato!

-Alma- ha detto...

Mi piaceva tanto questo blog, ogni tanto ci tornavo sperando in qualche nuovo post, poi ho pensato fosse stato abbandonato, con mio grande dispiacere. Fino ad oggi! E vedo che ho già da recuperare :) Bentornato!

La terribile Alma :P

Antonello Vanzelli ha detto...

Ciao Roberto, grazie mille davvero!

Alma cara, tu eri una di quelle verso cui mi sentivo colpevole. Avevo bisogno di tempo, grazie di esserci ancora! Un abbraccio

-Alma- ha detto...

Ma grazie a te, Vanz, per essere tornato a deliziarci con i tuoi articoli così tanto intrisi di passione per la Musica, se ne sentiva la mancanza! Abbraccio ricambiato :)